logo_foto

Invelatamete: Percorsi in barca a vela a Catania

 Il 23 GIUGNO 2012 si è svolta, presso i locali dell’autorità portuale di Catania, la conferenza dell’Associazione Logos, che ha presentato il progetto INVELATAMENTE percorsi di inclusione sociale in barca a vela. 

 InvelataMente nasce nel 2011, è un progetto che sfrutta le risorse del mare, del vento e della navigazione per creare un setting unico, in grado di favorire la percezione di sé e dei propri vissuti emotivi, e di amplificare le dinamiche relazionali. La navigazione a vela, intesa come attività ludico-sportiva, è tesa anche allo sviluppo di nuove forme di integrazione, cooperazione ed inclusione sociale: per questo è usata ormai da anni come strumento di supporto a percorsi educativi, formativi, riabilitativi, terapeutici ecc. Da marzo 2012 l’associazione Logos è affiliata ad Unione Italiana Vela Solidale (UVS), la più importante organizzazione italiana che riunisce tutte le realtà presenti sul territorio italiano che si occupano di vela sociale. La dott.sa Francesca Andreozzi, Presidente dell’Associazione Logos, ha portato i saluti del Presidente di UVS, dott. Enzo Pastore, che non è potuto intervenire perché imbarcato in un progetto di vela solidale che lo vedrà impegnato per le prossime settimane nei mari italiani, ed ha presentato le linee progettuali che l’Associazione intende sviluppare nei prossimi mesi in Sicilia.  Massimo Abbate, socio Logos e istruttore federale di vela, ha sottolineato come l’UVS abbia già compiuto molti passi per il riconoscimento dei progetti che utilizzano la vela come strumento di inclusione sociale, attraverso la stipulazione di protocolli di intesa tra UVS e il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Guardia Costiera, ed il Dipartimento di Giustizia Minorile.  Sono intervenuti anche Giovanni Iacono, della Sas Sailing Cube, attualmente impegnato nel progetto “Liberi di… liberi da…”, che mira all’inclusione socio-lavorativa nel settore nella nautica di soggetti in condizioni di disagio ed esclusione sociale; Nunzio Platania, presidente del Circolo Velico Tamata, e la dott.sa Angelica Chillemi, presidente del C.A.D. (Centro Ascolto del Disagio) di Catania. La sensibilizzazione della comunità è solo il primo passo per la costruzione di una rete di collaborazione sia col settore pubblico (strutture socio-sanitarie, scuole, Autorità Portuali, Capitanerie di Porto) che con il settore privato operante in ambito nautico e non solo (Circoli Nautici, cantieri navali, associazioni sportive, armatori e singoli cittadini), che sia volta a garantire una continuità dei percorsi costruiti e l’efficacia delle attività svolte. L’Associazione Logos Famiglia e Minori – Catania, presente sul territorio catanese da 4 anni, è nata per iniziativa di un gruppo di giovani professionisti animati dalla convinzione che solo attraverso un intervento sinergico di diverse figure professionali è possibile assicurare alla famiglia e ai minori un’efficace tutela. Negli anni si è configurata come centro polifunzionale per la famiglia, offrendo una gamma di servizi tra cui il sostegno psicologico, la psicoterapia, la consulenza legale, la mediazione familiare, percorsi di preparazione e supporto alla nascita e alla genitorialità, training autogeno, sportello per i disturbi dell’apprendimento, servizio di counselling per l’orientamento sessuale ed il DIG. Ha realizzato il progetto “GeneaLogos”, finanziato dalla Regione Siciliana, e diversi progetti di prevenzione delle scuole, cofinanziati dalla provincia regionale di Catania.