logo_foto

Marelibera apre i battenti

IMG_1220

CATANIA – Ha preso il via questa mattina “Marelibera 2014”, la manifestazione itinerante che per la prima volta bagna le coste di Catania, portando solidarietà, integrazione e buone prassi “via mare”, grazie al linguaggio universale dello sport.

È la vela, in questo caso, a diventare uno strumento di formazione e di condivisione tra disabili e normodotati, grazie all’iniziativa promossa da Unione italiana vela solidale (Uvs) in collaborazione con il Centro Koros, il Comune di Catania – assessorato al Welfare, la Capitaneria di Porto, l’Autorità portuale e Ipercoop: dopo l’accoglienza delle quindici imbarcazioni provenienti da tutta Italia, stamattina è stata la volta del laboratorio Musicale dei “Ladri di Carrozzelle” presso l’istituto comprensivo Vespucci-Capuana-Pirandello (ore 10), si è proseguito con il tour via terra della Riviera dei Ciclopi (15,30 – 18,30), per chiudere la giornata col concerto dei “Carmen Jackson band”, realizzato grazie al sostegno del Rotary club Catania Duomo 150.

Domani, sabato 27 settembre, si aprirà con il convegno “Vento di Solidarietà – Vento di Legalità” presso il Palazzo della Cultura di Catania (via Vittorio Emanuele 121) alle 9.30: dopo i saluti del sindaco Enzo Bianco, dell’assessore al Welfare del Comune di Catania Fiorentino Trojano  e del presidente Uvs Enzo Pastore, interverranno Claudio Fava (vicepresidente Commissione Parlamentare Antimafia), Serenella Pesarin del ministero della Giustizia, Don Antonio Mazzi (Fondazione Exodus), il deputato parlamentare Laura Coccia, Giuseppe Vinci (Libera. Associazioni nomi e numeri contro le mafie), Luisafrancesca Proto (Associazione “Un ponte nel vento”). In questa occasione verrà proiettato “Lo decide il vento”, il documentario di Giuseppe Consales, che racconta la storia del diciassettenne Nino condannato e arrestato

per spaccio e associazione, e dopo sei mesi di carcere affidato all’Associazione Koros di Catania. È la storia di una riabilitazione che ha il sapore di un riscatto, grazie alla vela e al potere del mare: in questo percorso, grazie all’aiuto della psicologa Francesca Andreozzi – presidente Koros – e del comandante Massimo Abbate, Nino ha compreso l’importanza di valori come l’etica e la legalità.

Il programma di Marelibera proseguirà nella stessa giornata con la presentazione progetto sulla Mappatura dei Porti Firma Protocollo Uvs VS e Iyfr, con i laboratori di marineria per le scuole, la veleggiata aperta ad associazioni, scuole e cittadini, la cena e il concerto serale dei “Ladri di Carrozzelle”.

Infine, la giornata di domenica 28 sarà dedicata alla veleggiata dei quindici equipaggi di Marelibera che si svolgerà al Porto di Catania alle 10, e si concluderà con la premiazione nel pomeriggio alle ore 15.