logo_foto

Exodus e Isolamondo, un viaggio a vela che unisce le isole del mediterraneo

Ricche di storia, cultura e meraviglie naturali ma troppo spesso considerate solo fugace meta turistica. Un invito a riscoprirle

Dalla Corsica a Pianosa, da Ventotene a Procida. Isolamondo è un progetto che vuole valorizzare il grande patrimonio naturale e umano delle isole del Mediterraneo, diffondendo la conoscenza di queste terre meravigliose e dei loro abitanti. Isolamondo vuole mettere in contatto le piccole comunità insulari e sviluppare progetti comuni, per favorire la diffusione della Cultura Mediterranea, nel segno della libertà, della conoscenza e della tolleranza. Lo strumento scelto è la vela, che sfrutta l’energia pulita del vento e ricorda gli antichi legami che univano le comunità delle isole ai tempi dei Fenici o dei Greci.

Il progetto contesta il pregiudizio che vuole le comunità insulari chiuse in se stesse. La ricchezza di storia e cultura del bacino del Mediterraneo è straordinaria: da quando l’uomo ha iniziato a navigare le genti del Mediterraneo si spostano fra sponde continentali e isole contaminandosi e arricchendosi di sapere. Di questa cultura millenaria le isole sono delle banche dati eccezionali, perché hanno una caratteristica unica: vi si giunge solo per mare e solo uomini con motivazioni e capacità straordinarie le hanno raggiunte nel corso dei millenni. Contaminazioni giunte da terre lontane e isolamento, hanno dato origine ad un patrimonio culturale di grande importanza. Per gli stessi principi di selezione e isolamento le isole sono luoghi speciali anche per il regno animale e vegetale.

Il progetto vuole allora difendere e valorizzare con orgoglio questo patrimonio culturale e genetico per spiegarlo e farlo conoscere al mondo con l’aiuto di tutte le comunità insulari.

IsolaMondo si rivolge a tutti, ma in particolare a bimbi e ragazzi che saranno gli ambasciatori e gli attori principali del progetto. Dal 10 al 19 ottobre Isolamondo farà tappa nelle isole tirreniche: partirà dall’Elba per toccare il Giglio e poi Ponza, Ventotene e, per la prima volta, Procida. Tra gli appuntamenti, escursioni, incontri con le scuole, storie e racconti delle isole.